PADOVA ORTO BOTANICO

Storia
L'orto nacque come centro dedicato esclusivamente alla coltivazione di piante che servivano per realizzare i “semplici”, cioè quelle soluzioni medicinali curative che provenivano direttamente dalla natura, e che all’epoca rappresentavano la principale risorsa terapeutica ed entravano nella composizione della quasi totalità dei medicamenti. Ecco perchè i primi orti botanici vennero denominati Giardini dei Semplici ovvero Horti simplicium.
L'orto fu istituito su delibera del Senato della Repubblica Veneta, anche per porre rimedio alla grande incertezza sull’identificazione delle piante utilizzate nelle varie terapie; capitava spesso infatti di commettere errori o imbattersi in vere e proprie frodi con grave danno per la salute.
Grazie alla creazione di un orto pubblico si consentiva agli studenti di riconoscere con facilità e certezza le vere piante medicinali.
Con più di 500 anni di attività, l’orto di Padova è la testimonianza dello scambio fecondo tra culture diverse e differenti rami di conoscenza scientifica.

Struttura
Pur mantenendo la struttura originaria, l'orto si è arricchito nel corso degli anni di un sempre maggior numero di piante provenienti da ogni angolo del mondo: oggi se ne contano circa 6000 .
Nell'orto sono stati ricostruiti cinque ambienti naturali dove vengono coltivate le piante che li caratterizzano: la macchia mediterranea, la roccera alpina, l'ambiente d’acqua dolce le cui vasche sono alimentate da una sorgente termale, le piante succulente, la serra tropicale delle orchidee.
Sotto il profilo delle collezioni tematiche l’orto botanico di Padova annovera piante insettivore, piante medicinali, piante velenose, piante dei Colli Euganei, piante rare e piante introdotte per la prima volta in Italia dall’orto stesso.
Oltre a rappresentare una tappa obbligatoria per gli appassionati di botanica e di scienza in generale, questo sito che sorge nella splendida Padova è l'espressione di una tradizione scientifica durevole in cui la ricerca, la didattica e la conservazione della biodiversità sono all'avanguardia e in linea con i più accredidati criteri mondiali. 

Curiosità

Risale al 1585 la pianta più antica dell’Orto botanico di Padova: si tratta di una palma di San Pietro, conosciuta come Palma di Goethe perché ispirò allo scrittore tedesco, in visita a Padova nel settembre del 1786, una teoria sulla metamorfosi delle piante.