VERRES - il Borgo, il Castello, Saint-Gilles, il Carnevale storico

Toponimo

Il toponimo Verrès deriva dal latino Vitricium.

Un uso diffuso presso i non-valdostani (influenzati in particolare dalla grafia e dalla pronuncia del toponimo diffuso in epoca fascista "Castel Verres") è la pronuncia Vèrres; un altro caso, allorché viene trascurato l'accento grave sulla seconda "e", dà luogo a "verr".

L'unica pronuncia corretta è "Verrès", proprio come anche un italofono leggerebbe, con l'accento sulla seconda "e", e con una sola "r" pronunciata, secondo le regole di fonetica della lingua francese e del patois valdostano. Tuttavia i residenti locali lo pronunciano sempre con la doppia erre.

Territorio

Il territorio comunale di Verrès si estende nella bassa valle centrale della Dora Baltea, in corrispondenza dell'imbocco della Val d'Ayas. Dista circa 30 chilometri a sud-est da Aosta.

Storia

Verrès fu fondato in epoca imprecisata, precedente all'epoca romana, sulle due sponde del torrente Évançon che l'attraversa. La celebre Tabula Peutigeriana indica con Utricium (e non Vitricium) il nome della località posta alla confluenza di questo torrente con la Dora Baltea.